sabato 28 aprile 2012

Ebony and Ivory

Se proprio devo dirla tutta la canzone omonima non mi e' mai piaciuta granche'..... ma questo non e' importante. Ho rubato il titolo perche' si adatta bene ai colori di questo nuovo tavolino uscito dal laboratorio di ArterEgo; uno dei tanti che, strappato al suo ingrato destino di mobile obsoleto e dimenticato, torna alla ribalta per nuove avventure.



lunedì 16 aprile 2012

I fiori del desiderio

Mi abbandonero' oggi ad un post assai banale nello scritto, ma meno (mi auguro) nelle immagini. Un tour botanico all'interno di ArterEgo alla ricerca cio' che la natura tarda a regalarci: artistici petali per invocare una primavera tanto attesa!


In senso orario: lampada-fiore in cartapesta di Sognoametista, girocollo ArterEgo, stampa da illustrazioni di Nicoletta Mauri, collana in pelle Lalic di Giulia Boccafogli, scorta-vaso in tessuto riciclato di Elisabetta, scatola in legno dipinta a mano con rosa di stoffa di ArterEgo, art-paper floreale di Molly Jey, pochette portatrucco in tessuto foderato di ArterEgo. Al centro: i fiori di carta riciclata di Joyce Abdala Bandeira.


mercoledì 4 aprile 2012

Storie d'artisti

Quando visito un museo, con il naso incollato ad una bacheca, mi ritrovo sempre ad immaginare chi potesse essere la persona che ha messo mano a quella ciotola, a quel tessuto, a quell'intaglio nel legno.... ma quella persona, vissuta troppo tempo prima di me, non potra' mai rivelarmi chi era, cosa pensava, come viveva le sue giornate.
Ecco perche' mi piace raccontare chi sono gli artigiani che collaborano con ArterEgo. Mi piace raccontare ogni oggetto presente in negozio attraverso la storia di chi l'ha fatto. E' questo, secondo me, il senso dell'handmade: il fatto che dietro ogni oggetto ci sia una persona in carne ed ossa e che su quell'oggetto ne rimangano i segni, le impronte, una parte della sua storia. Trovo sia una delle cose piu' affascinanti del mio lavoro.

Un giorno viene a trovarmi Patrizia: mi trovo davanti una donna gentile, tranquilla, quasi riservata. Tanto che mi rendo conto ora di non sapere quasi nulla di lei, se non che possiede una creativita' impetuosa e la volonta' impellente di concretizzarla utilizzando tutti i materiali a sua disposizione.
Ecco quindi alcune decorazioni murali di Patrizia Visierta, in arte Samasibie'. Ed anche un piccolo esempio di alcuni dei suoi gioielli. La collana piu' bella che mi ha portato, pero', non posso mostrarvela: l'ho venduta poche ore dopo averla esposta senza avere nemmeno il tempo di fotografarla!